“Mamma, chi è quell’uomo in piedi dietro di te?”

0
18

Il mio ospite ha vissuto migliaia di bambini piccoli
la presenza tangibile di Dio e operante, figli,
ora, nei doni dello Spirito.
Dice, se un bambino può farlo,
così puoi tu e i tuoi figli, il prossimo.
SR: Non so come abbia fatto questo.
Amy, sei stata cresciuta come battista.
Tuo nonno è il predicatore battista.
Lo ami teneramente. Non è troppo ricettivo
parlando in lingue soprannaturali,
lingue, siate battezzati nello Spirito Santo.
Come ti è successo quando avevi 18 anni?
AG: Beh, è ​​iniziato quando ero al college,
e i ministri nel territorio, nella città, a Redding,
dove sono andato al college, appena tornato dalla Toronto Blessing,
e hanno iniziato i turni di notte.
E uno dei ministri, suo figlio, era nella mia scuola,
e ha invitato alcuni di noi ad andare al servizio.
Quindi, mentre eravamo in quel turno, stanno registrando queste battute
e chiedi alle persone di stare su queste linee
e stendono le loro mani per ricevere lo Spirito,
lo spirito Santo.
Non avevo mai visto niente di simile in vita mia.
SR: Sono sicuro.
AG: Mentre stavo lì e le persone
cadde alla presenza di Dio,
stavano ridendo. Stavano piangendo.
Stavano rotolando.
Hanno incontri con il Signore.
Sono scivolato in fondo alla stanza e io…
SR: Probabilmente ti ha spaventato.
AG: È quello che ha fatto.
Ho iniziato a piangere, non perché fossi commosso da Dio
ma perché avevo paura di quello che stava succedendo.
Allora ho chiamato mio nonno,
ed è il patriarca della famiglia.
Quando abbiamo domande,
è anche quello da cui ci rivolgiamo per un consiglio.
Così l’ho chiamato e gli ho detto: “Cos’è questo?”
E lui disse: “Questo è il diavolo”.
E in realtà non mi è sembrato giusto quando l’ha detto,
quindi, rispettosamente, gli lascio dire quello che pensava.
È stato davvero difficile non essere d’accordo con mio nonno.
Ho dovuto rivolgermi al Signore e dire:
“Dio, non credo che questo sia il diavolo.”
Il motivo per cui non credevo fosse il diavolo era:
perché le persone hanno operato nei doni dello Spirito.
Erano… Le loro vite sono state cambiate.
Erano pieni di gioia, di libertà.
C’era una rinascita in corso tra i nostri studenti,
e ho capito in quel momento, che non può essere il diavolo.
Viene per rubare, uccidere e distruggere.
Questo deve essere Dio, e in quel momento,
allora il Signore cominciò a rivelarmi il suo Santo Spirito.
Così ho iniziato ad avere sogni e visioni.
Una notte, mentre ci stavamo preparando per il nostro servizio in chiesa,
prima dell’inizio del servizio,
avremmo semplicemente attraversato la stanza e pregato
e chiedi a Dio: “Ehi, Signore, cosa stai facendo?
Invitiamo la tua presenza. Invitiamo il Tuo Spirito”.
E avevo una visione aperta, quasi come una catena di montaggio,
dove bambini di tutte le forme e dimensioni, di tutti i colori,
tutte le origini etniche mi sono passate accanto,
come, migliaia di bambini che passano i miei occhi,
e il Signore disse: «Per questo ti ho chiamato.
Ti ho chiamato alla generazione dei figli”,
e per me non è stata una generazione da questa età a questa età.
Era un’eredità, un’eredità da trasformare
come il modo in cui ci connettiamo con i bambini,
trattare con i bambini e insegnare ai bambini.
Sono andato a scuola. Non sapevo cosa fare
così ho deciso di specializzarmi in educazione cristiana.
SR: Quindi ora, inconsapevolmente,
ti sei preparato bene

AG: Dat was ik. Mijn vader wilde gewoon dat ik naar de universiteit ging
en trouwen. Dat is alles.
SR: Oh, over trouwen gesproken –
AG: Ja.
SR: Gedurende 3 maanden kreeg je een terugkerende droom.
Vertel me daarover.
AG: Ja, er was dus een seizoen van mijn leven
waar ik in een appartement was,
een klein appartement, en ik had een eenpersoonsbed,
en ik lag in mijn bed,
en ik zou elke ochtend wakker worden en mezelf vinden
tegen de rand van het bed tegen de muur gesmeten,
en ik herinner me elke nacht
Ik probeerde ruimte te maken voor de Heer,
voor Hem om daar te liggen. Ik maakte ruimte voor Hem.
En op dat moment, gedurende 3 maanden,
elke nacht had ik precies dezelfde droom,
en de droom was dat we voor het eerst begonnen in het huis van dit stel,
en het was als een bijbelstudie,
en er was iemand die gitaar speelde.
Maar ik kon hun gezicht niet zien.
en we praten met een stel mensen die ik herken,
maar ze komen natuurlijk niet allemaal samen
in groepsverband,
dus ik wist niet hoe dit werkte.
En later had ik een discussie in hun achtertuin,
en ik sprak met deze man. Ik zag zijn gezicht niet,
maar we hadden een gedetailleerd gesprek.
En dit zou gebeuren voor 3 maanden,
nacht na nacht na nacht.
En dus toen ik een dagboek bijhield met de Heer
en vroeg Hem wat dit was, zei hij: “Dit is uw man.”
En 6 maanden later begonnen mijn man en ik te daten,
en hij vertelde me – We waren al 4 jaar vrienden.
Hij vertelde me dat hij me over zes maanden ten huwelijk zou vragen,
en ik kan maar beter klaar zijn om te antwoorden.
En ik zei: “Ik kan het niet omdat de Heer me in een visioen liet zien”
met wie ik ga trouwen, dus we moeten zien.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here